Libritalia
×
 x 

0

E UN BEL DI VEDREMO...

di Pasquale VALLONE ISBN 978-88-31-985-05-5 MARIO VALLONE EDITORE Puccini aveva indole essenzialmente solitaria ed era un grande appassionato di caccia. Non amava la vita di città. Con i primi soldi guadagnati, specie dopo il grande successo della Manon Lescaut, decise di tornare nella sua terra natia.

 

Acquistò un immobile sulle colline di Lucca, a Chiatri, e ne fece un elegante villino. Chiatri era un borgo che faceva parte del comune di Lucca. Distava da Lucca circa dieci chilometri. Era un luogo tranquillo, ideale per vivere e per lavorare. Ma per raggiungere la città si doveva andare a dorso d’asino o a piedi. Tutto ciò non era gradito alla compagna e convivente Elvira. Pertanto Puccini, nel 1891, decise di spostarsi a Torre del Lago, una frazione di Viareggio, sul lago di Massaciuccoli.
All’epoca, Torre del Lago, si componeva di un gruppetto di case, a un solo piano, intorno alla chiesetta, e di alcune capanne di pescatori, col tetto di falasco, piante erbacee di vario tipo. Raggiungeva i centocinquanta abitanti. La guardia forestale Venanzio, affittò, a Puccini, una casetta che egli stesso aveva fabbricato sulle fondamenta di una antica torre romanica.
Fu in un pomeriggio di un giorno del mese di giugno del 1891 che Puccini e la sua famiglia giunsero a Torre del Lago con pochi bagagli. Tutto il paese era stato mobilitato per l’accoglienza al maestro. Davanti alla casa venne innalzato un arco trionfale di verzura, cioè di varie erbe e piante. I bambini del paese offrirono alla signora Elvira grandi mazzi di menufari, ninfee gialle, che là si chiamano caffari. Oltre a quei piccoli ma graditi omaggi, le grida di evviva e di benvenuto commossero Puccini che “si sentiva in terra sua”. La sera il maestro offrì una grande bevuta di ringraziamento ai suoi “compaesani”, nell’osteria del paese, che era dietro la sua casa. Fin da quella sera Torre del Lago e Puccini si fusero in un glorioso binomio.

Nessuno, allora, poteva immaginare e/o prevedere che, in un giorno lontano, il paese si sarebbe chiamato Torre del Lago-Puccini..


CARATTERISTICHE TECNICHE: FORMATO 15X21 cm. - copertina patinata a colori - interno edizione bianca - pagine n. 232

 

15,00 €

TOP