Libritalia
×
 x 

0

LA MALEDIZIONE DI PADIGLIONIS

di Stefano CRUCCAS ISBN 978-88-99693-96-1 S.D. Collezioni Editoriali -
Cambiarono anche il nome del villaggio. Nacque così Padiglionis. I secoli passarono in pace, fortunatamente senza più attacchi da parte dei predoni. L’attenzione per i bambini fu altissima, e nessuno mai era più scomparso dal villaggio.


In lontananza gli schiamazzi dei Saraceni avvolsero tutta la piana, da Pavingionis giunsero fino a Monreale. Tziu Franciscu, riconobbe l’eco della morte e urlò con tutte le sue forze «nascondete i bambini, proteggeteli, nessuno deve uscire dal villaggio!» Ma le urla furono vane, la maggior parte degli abitanti, impauriti e presi alla sprovvista, scapparono verso il fiume, molti salirono sopra il campanile della Chiesa. I predoni uccisero con le loro scimitarre i pochi che tentarono di opporsi alla loro furia, saccheggiarono tutte le case, lasciarono dietro di loro sangue e devastazione. Tutti i bambini furono rapiti. I pavingionesi non erano riusciti a difendere i loro figli. Tziu Franciscu, il vecchio del paese, custodiva tutti i segreti degli avi, e sapeva che la maledizione sarebbe tornata. Quando un bambino spariva dal villaggio e non tornava prima dell’arrivo delle tenebre, una grande carestia si sarebbe abbattuta sulla popolazione. L’unico modo per evitare il fato era quello di chiedere aiuto e perdono a Santu Juanni, portando, prima della notte, la sua statua e la sua sacra reliquia in processione, in modo tale che il Santo potesse vedere e sentire chi lo invocava. Successivamente, e al più presto, bisognava cambiare il nome del paese, in modo da confondere lo spirito del villaggio. Tziu Franciscu era consapevole che sarebbe morto, perché nella maledizione il primo a pagare le ire del cielo era il più vecchio della comunità. I pochi superstiti ancora terrorizzati decisero il da farsi, entrarono nella Chiesa, da poco costruita, e portarono subito fuori la statua in legno di ciliegio del Santo. Il giro fu breve, in prossimità dell’abitato, dove nelle polverose strade si sentivano soltanto i lamenti delle madri che avevano perduto i loro figli.


CARATTERISTICHE TECNICHE: FORMATO 13x21 cm. - copertina morbida a colori con sovracoperta con alette in patinata - interno edizione avorio - pagine n. 158

 

15,00 €

TOP