Libritalia
×
 x 

0

PCTO- PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E PER L'ORIENTAMENTO

di IISS G.PAVONCELLI - ISBN 9788855480390- Libritalia edizioni

In un mondo in rapida trasformazione gli istituti tecnici e professionali sono chiamati a preparare gli studenti a misurarsi con i repentini cambiamenti della tecnologia e con i continui e radicali mutamenti delle modalità di lavoro, dei mercati, in un contesto mondiale sempre più imprevedibile e interconnesso con i contesti locali. Ne deriva che l’impressionante ritmo di mutamenti, a cui ci espongono la scienza e la tecnica nell’era della globalizzazione, fa sì che le conoscenze non possano più essere considerate delle acquisizioni definitive, pertanto il life long learning è oggigiorno il requisito essenziale ai fini dell’occupabilità sul mercato del lavoro. L’istruzione tecnica e professionale, dunque, in stretto rapporto con il territorio e le sue imprese, deve preparare all’acquisizione di competenze in una sostanziale rivalutazione della cultura del lavoro, ponendosi anche l’obiettivo della formazione continua dei lavoratori. Seguendo questi principi ispiratori nascono i percorsi di alternanza scuola-lavoro, oggi ridenominati Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento; parole chiave: “competenze trasversali” e “orientamento”. Le competenze trasversali infatti contribuiscono ad esaltare la valenza formativa dell’orientamento, laddove pongono gli studenti nella condizione di maturare un atteggiamento di graduale e sempre maggiore consapevolezza delle proprie vocazioni, in funzione del contesto di riferimento e della realizzazione del proprio progetto personale e sociale, in una logica centrata sull’auto-orientamento. Negli indirizzi di studio tecnici e professionali diventa significativa l’esplorazione del raccordo tra competenze trasversali e competenze tecnico-professionali, potendo offrire agli studenti la possibilità di sperimentare attività di inserimento in contesti extrascolastici e professionali. Non si tratta di un addestramento a precisi profili professionali, ma di un approccio riflessivo al mondo del lavoro e alle professionalità entro una prospettiva a lungo termine. Il modello formativo implica, pertanto, periodi di apprendimento in contesto esperienziale e situato attraverso, ad esempio, le metodologie del learning-by-doing e del situated-learning, per valorizzare interessi e stili di apprendimento personalizzati e facilitare la partecipazione attiva, autonoma e responsabile, in funzione dello sviluppo di competenze trasversali, all’interno di esperienze formative e realt・ dinamiche e innovative del mondo professionale. La realizzazione di questi percorsi consente di implementare gli apprendimenti curriculari, di contestualizzare le conoscenze e di sviluppare competenze trasversali, in quanto gli studenti sperimentano compiti di realt・e agiscono in contesti operativi.
Pio Mirra
Dirigente scolastico

CARATTERISTICHE TECNICHE: FORMATO 16x24 cm. - copertina morbida a colori - interno edizione bianca - Con immagini in bianco e nero  pagine n. 110

7,90 €

TOP