Libritalia
×
 x 

0

UN VIAGGIO NEL ROSSO

di Enzo TACCONE - ISBN 9788831985406- Mario Vallone editore

Dopo aver letto, e tutto di un fiato, il manoscritto di Enzo chiudo gli occhi e sento nelle narici il profumo del mare, sento lo sciabordio delle onde, il vento sul volto. La sensazione che ne ho è quella di essere a fianco del mio amico in questa lunga avventura nel Mediterraneo e nel Mar Rosso. E con lui vivo le difficoltà e le gioie del mare che conosco abbastanza bene. Vivo anche, attraverso le sue parole: i posti incantevoli della Grecia, il canale di Suez,dell’Eritrea, del Nord Africa,delle Isole Eolie. E, sempre attraverso le sue parole, colgo i sapori, i profumi ed i colori di terre e genti lontane scoprendo così cibi e bevande di cui ignoravo l'esistenza: Saumada, Zighinì, Sciorba, Karuf... Vivo attraverso le sue descrizioni il mare cristallino della Grecia, del Mar Rosso, del Nord Africa e della Sicilia. Non mancano poi i riferimenti storici: Cefalonia triste pagina di un tristissimo capitolo della storia dell'umanità. E nemmeno alla famiglia: la Mamma Gisella, per me la Zia Gisella, mi ha visto nascere, protettiva ed affettuosa. Il Papà don Pasqualino, sarto per passione, dal carattere forte. La figlia J ali che lo definisce: “volitivo. . .ripetitivo, ma alla fine guerriero” e le nipotine per cui stravede. Non manca il ricordo di zio Umberto a cui Enzo assomiglia per carattere e passioni. Leggendo il manoscritto, in verità, non ho visto o sentito solo salsedine, venti, drizze e tutto ciò che comporta l'andare per mare, posti incantevoli e profumi di cibi esotici. Ho avuto la sensazione di navigare nell'animo di Enzo, spesso in bonaccia, ma a volte attraversato da veri e propri fortunali. Fortunali di amori intensi, da tempeste di passioni verso persone e cose evidenziando così, il suo carattere forte e generoso. Emerge così la volontà costante di misurarsi con le proprie forze. Viene anche fuori l'animo poetico di Enzo, e questa non è una novità, e non poteva, quindi, mancare una poesia che celebrasse il mare. E in ultimo ma non da ultimo la profonda religiosità di Enzo che si affida alla Madonna dell'Isola chiedendo protezione per il lungo viaggio ed il ringraziamento al Signore che lo ha fatto rientrare sano e salvo nella sua terra. Religiosità che, comunque, è presente durante tutto il viaggio ed un passaggio, in particolare, mi ha colpito: “Ho sempre amato l'alba, il nuovo giorno, ringraziando il Signore per opportunità che mi concede, facendomi gustare le meraviglie del Creato”. Infine come novello Ulisse, dopo tanto girovagare, egli ritorna alla sua amata Tropea, contento di godere del giusto riposo, così come è successo nella vita reale. Infatti, lontano dalla sua terra per via del lavoro, è tornato alla fine per goderne gli ozi. Grazie Enzo per avermi fatto sognare... buon vento. Con affetto

Pino Romeo

CARATTERISTICHE TECNICHE: FORMATO 29,9x21 cm. - copertina morbida a colori  - interno edizione bianca con immagini a colori  -  pagine n.86

15,00 €

TOP