Libritalia
×
 x 

Carrello vuoto

GRANDE SUCCESSO di Preta! IV Ristampa Cercando Jolanda

vendite alle stelle "estate 2018" per questo splendido volume in IV Ristampa della Prof.ssa Preta vincitrice di numerosi premi.

Accanto alle canzoni e ai filmati, che rinfocolano il mito di Dalida, non stona un saggio romanzato sulla vita della diva canora dalle radici calabre, scritta proprio da una calabrese, a trent’anni esatti dalla sua morte, avvenuta il 3 maggio 1987.

L’opera è uno scavo nella persona, a volte indecifrabile, che fu Jolanda Gigliotti. Per farla rivivere e, dove necessario, specie nei riguardi dei più giovani, farla conoscere e apprezzare come artista innovativa e all’avanguardia. E’ un doveroso tributo a un’icona della musica che ha dato lustro alla Calabria, ma è soprattutto un ritratto di donna, anticonvenzionale e non stereotipato, visto “in chiaroscuro” e che può diventare oggetto di una profonda riflessione.
Venni alla conoscenza di Dalida grazie a mia madre che, sin da quando ero piccola, mi cantava Bambino. Crescendo, non ebbi Dalida tra i miei idoli musicali, anche per motivi squisitamente anagrafici e, soprattutto, perché negli anni ‘80 in Italia la sua fama era stata oscurata.
Tuttavia, grazie a mia madre, il suo ricordo si è fissato nella mia memoria ed è prepotentemente tornato a galla. Appassionata lettrice di Grand Hotel, la patinata rivista per antonomasia degli anni ‘50/’60, e amante dei dischi in vinile, mia madre mi trasmise l’amore per la musica leggera di quegli anni. Nativa di Filadelfia (CZ), era naturalmente proiettata verso il Lametino, dove si avvertiva molto l’eco di Jolanda
12 Cristina Gigliotti, la cui famiglia era originaria di Serrastretta, ed essendo sua coetanea, l’aveva seguita sin dai primordi. E’ per questo motivo che dedico a lei questo libro.
Nello scriverlo, ho voluto intersecare al dato biografico quello narrativo in cui emerge l’anima dell’artista. Una mission letteraria portata avanti con testardaggine e passione e, forse, anche con coraggio, convinta di offrire un piacevole cadeau a intenditori della musica e non, come a calabresi e non. Per non dimenticare Jolanda-Dalida. Buona lettura.
Prof.ssa Titti Preta


TOP