Libritalia
×
 x 

Carrello vuoto

PANTA REI: Racconti, poesie, lettere, ricordi e incontri di Bruna TAMBURRINI - LIBRITALIA

"I momenti della vita non sempre sono facili, ma ogni momento lascia un messaggio importante che deve essere capito. Ripetiamo ogni volta a noi stessi: “Panta rei”, tutto scorre, tutto cambia e guardiamo sempre avanti per continuare il nostro percorso."

   

 

"Scrivo per me stessa, per il bisogno che ho di mettere su di un foglio (in questo caso il computer) i miei pensieri. Non mi interessa il successo e non mi interessa il plauso degli altri. Naturalmente se qualche lettore dai miei scritti dovesse provare emozioni non potrei che esserne felice, perché la scrittura si pone sempre in relazione con l’altro, pur venendo dal profondo dell’animo dell’autore. Scrivo per non disperdere al vento i momenti di vita, sempre diversi e mutevoli. Tutto ciò che noi sentiamo e viviamo serve per costruire il futuro dei nostri figli e delle persone che verranno.
La scrittura esiste per essere letta.
Diceva Umberto Eco che nella scrittura esistono due regole vere: leggere tanto e scrivere tanto. “Chi non legge, a 70 anni - sosteneva - avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5.000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito … perché la lettura è un’immortalità all’indietro”.
Aggiungo io: allargare gli orizzonti con la lettura significa anche amare se stessi e gli altri. La scrittura, invece, serve ad entrare dentro di noi per comunicare idee, sensazioni, gioie e dolori.
In questo lavoro ho semplicemente raccolto diversi miei scritti e ricordi che vanno dagli anni Settanta/Ottanta ad oggi. Il mondo da allora è cambiato, è stato un divenire continuo, come direbbe Eraclito, le problematiche ora sono diverse, anche i sentimenti si sono modificati. Io sono cambiata. Con la tecnologia abbiamo acquisito nuove conoscenze e potenzialità. Tutte cose che negli anni Ottanta non c’erano.
Il libro si articola in racconti, poesie, lettere, ricordi, incontri e uno stralcio originale di diario. Tutto ciò che viene raccontato parte dalla realtà vissuta, anche se trasfigurata dalla fantasia e dalla mistificazione letteraria. In pratica dalla lettura si apre un mondo che comprende sentimenti, rapporti con persone ed animali, il tutto in una cornice che richiama lo scorrere del tempo.
Perché il riferimento ad Eraclito?
A mio avviso Eraclito è molto attuale nel bene e nel male ed è vicino al pensiero della nostra società.
Per questo filosofo il vero protagonista è il tempo. Ciò che esiste veramente è sempre il presente con il quale io ricordo il passato ed ipotizzo il futuro. I principali riferimenti alla sua filosofia fanno da collante al lavoro. Devo precisare che non condivido tutto il pensiero di questo importante e riscoperto filosofo, ma il concetto principale del divenire e la teoria dei contrari mi avvicinano molto a lui e mi fanno riflettere.
Il suo pensiero è affidato al logos, vale a dire alla ragione (definita logos) che determina il tutto e senza la quale non ci potrebbe essere equilibrio dopo il contrasto. A dir la verità io penso, invece, che la società di oggi sia basata più sull’istinto che sul logos (come auspicava a suo tempo Eraclito), un istinto a volte bestiale.
Per quel che mi riguarda io non saprei vivere senza l’immaginazione che considero più importante della razionalità." 

Bruna Tamburrini 

News: dal Blog di Libritalia - Author: Bruna TAMBURRINI - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

finito di stampare in Giugno 2019 presso le officine editoriali Paprint

PER ACQUISTARE IL VOLUME IN LIBRERIA


TOP