Libritalia
×
 x 

Carrello vuoto

Viaggi nell'Anima, il libro del grande artista internazionale Mimmo MOROGALLO - LIBRITALIA

"Vivono ancora gli dei per chi sa dove cercarli. Si sono ritirati - forse nascosti – lontano dagli uomini, nel grande spazio del cielo, del mare e della terra. La loro voce è quella degli animali e della natura vivente."

     

Grande è la fortuna di chi può intendere queste voci: è la beatitudine dell’uomo che segue, giorno dopo giorno, l’intrinseca vita della natura e da essa apprende la voce semplice degli dei agresti e marini, i suoni antichi della natura. Mimmo Morogallo, pittore calabrese, coglie puntualmente la spiritualità che avvince l’uomo alla natura, appunto: sia il contadino, abituato agli antichi silenzi della campagna, o il pescatore di Calabria, che nella rituale ancestralità dei gesti ci riportano a un’interpretazione di valori di vita in apparenza tramontata. E’ una pittura che dalla solitudine e dalla luce di una terra mitica che ospita l’uomo semplice e quindi più autentico, per un’antica saggezza che genera una commozione profonda. I motivi dell’azione di Morogallo si calano nell’intimo delle immagini, conferendo a esse sostanza di poesia. La Calabria drammatica e senza tempo diventa l’eloquente simbolo degli Italiani del sud, “ figliastri del mondo”. Immersa in un’atmosfera, dove la memoria delle creature e dei paesaggi sono punti emotivi di partenza, la Calabria di Morogallo è una verità espressiva che mostra il carattere di una provincia abbandonata a vivere ai margini del progresso tecnologico. Lo stento, la povertà dei borghi, l’umiltà e la decorosa severità degli uomini e donne di fatica non sono testimonianza folclorico, ma documenti di sofferenze. Calabria amara di Morogallo: una terra dolcissima ove gli uomini continuano a spezzare un pane intriso di fiele. La Calabria, con i suoi brividi antichi e i suoi mattutini stupendi, col suo fascino millenario su cui si stende la pesante coltre della sofferenza, è diventata un tessuto indivisibile dell’umanità e dell’arte di Morogallo. Un’arte contemplativa e libera, ricca di contenuti e nello stesso tempo immune dagli schemi che aduggino tanta parte del cosiddetto impegno socialitario. I borghi di Morogallo vivono in un’atmosfera rarefatta, dove il silenzio e il lindore sono limpidi e decisi. Le barche sono cosi solitari di fronte al mare, ma anche così decise nella loro intenzione a solcare il mare, dense di una vita che aspira a imporsi per divenire protagonista di un risveglio. I tetti, cosi presenti nella pittura di Morogallo, non sono soltanto un aspetto della realtà locale, custodia di un’unità familiare dispersa, ma qualcosa che chiede di vivere e non vuole scomparire, e pur nell’abbandono sono anche pieni di amore e di rispetto per l’uomo e la natura. Non a caso la pittura di Morogallo trascura quelle deturpazioni architettoniche che ormai si vanno diffondendo nei nostri paesi. La natura, ci dice Morogallo, è svolgimento senza gli strappi imposti dalla violenza dell’uomo. Cosi la pittura di Morogallo assume oggi un ruolo di primo piano e, pur sempre oltre l’efficacia dei legami oggettivi, il reale assume la veste di tenerezza, è pronta a rivelare ancora, nella maturata sapienza dello stile, gli insueti approdi dell’anima.


Leonida Repaci

News: dal Blog di Libritalia - Author: Mimmo MOROGALLO - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

finito di stampare in Luglio 2019 presso le officine editoriali Paprint

PER ACQUISTARE IL VOLUME IN LIBRERIA


TOP