Libritalia
×
 x 

Carrello vuoto

Dalla Meccanica della Colonna Vertebrale alle Malattie Metaboliche - Ricerche scientifiche New Delta - LIBRITALIA

 "La ricerca al servizio del territorio".

 

     

Ricerca e formazione è un connubio inscindibile che segna il passo allo sviluppo e al progredire di una scienza moderna che, oggigiorno, all’insegna della multidisciplinarità, si propone non solo di trovare e avvalorare ipotesi di lavoro ma ugualmente predisporre una rete educativa e di aggiornamento professionale nell’ambito delle scienze mediche. Per quanto questo ruolo è stato sempre effettuato nell’ambito delle strutture accademiche che per tradizione e consolidato prestigio sono votate istituzionalmente a queste attività, non si esclude che questo target operativo può essere riscontrato in centri privati che, sotto l’egida delle istituzioni e la guida di persone altamente qualificate possono affrontare e sperimentare dei protocolli di ricerca e nello stesso tempo organizzare dei percorsi formativi per migliorare lo status e apportare quelle note innovative indispensabili in un’attività professionale in continua evoluzione. Nel declinare questo paradigma è doveroso portare l’attenzione all’Istituto Scientifico “New Delta” di Pizzo (VV), centro medico polifunzionale e di fisiokinesiterapia, che sotto la guida del professor Giuseppe Gambardella, è riuscito a porre in essere una realtà contingente a servizio del territorio e a supporto della clinica e terapia della sofferenza umana. Un centro polispecialistico che, dotato di elevate qualità professionali e di una strumentazione di avanguardia, esprime una realtà indiscussa nei diversi campi della sanità, partendo da un interesse medico e chirurgico del sistema nervoso centrale e periferico, agli altri apparati come endocrino, ortopedico, ematologico, dermatologico ecc., per passare alla fisiatria e alla riabilitazione motoria. Un’attività polispecialistica che, per quanto impegnata a erogare prestazioni sanitarie, in un ambito non solo provinciale ma anche regionale, non ha trascurato di condurre delle ricerche di un certo interesse e, attraverso l’elaborazione dei dati, esitare dei risultati che hanno trovato una collocazione editoriale di prestigio come l’Accademia dei Pericolanti dell’Università di Messina, Classe di Scienze Medico-Biologiche.
Questa operatività di studio e di formazione professionale nasce e continua nella sua ascesa sotto il patrocinio di un’associazione culturale intestata al professor Orazio Catarsini, insigne studioso dell’Università di Messina che, per tanti anni, è stato un punto di riferimento nazionale e internazionale della ricerca scientifica, senza trascurare i diversi ruoli istituzionali ricoprendo cariche di altissimo livello. Questa associazione nata dalla concertazione di persone di diversa estrazione culturale e professionale e in modo particolare dalla volontà di uomini che hanno voluto suggellare il ricordo del Maestro, si è impegnata a sostenere la ricerca con l’erogazione di borse di studio a giovani laureati impegnati all’estero, nell’ambito delle neuroscienze e delle alterazioni metaboliche. Riportare in un volume editato i risultati di queste ricerche effettuate sia all’interno dell’Istituto quanto all’estero, Università di Oviedo (Spagna), sotto la guida del professor Vega, rappresenta un modo interessante e da cui non si poteva prescindere, per divulgare questi risultati e raggiungere tutti i distretti possibili per implementare un aggiornamento professionale e scientifico degno di nota.
Nell’esaminare i contenuti di questi elaborati portiamo la nostra attenzione su ognuno di essi, riportando attraverso una breve sintesi i risultati ottenuti.
Innanzi tutto una nota innovativa sulla correlazione tra le curve cifo-lordotiche e le alterazioni del metabolismo glucidico, fino al momento poco attenzionate ma particolarmente importanti in quanto un’ipotrofia muscolare e un aumento del tessuto adiposo all’interno del tessuto muscolare, possono essere chiamate in causa nel determinismo dell’alterazione del rachide con variazione delle curve e degli angoli. Successivamente un contributo allo studio della fibromioalgia, sindrome ad etiologia plurifattoriale, caratterizzata da dolore cronico e correlata ad aumenti significativi dei metaboliti del microbioma intestinale. Alle ricerche precedentemente riportate, gli AA ritengono opportuno correlare il mal assorbimento del fruttosio in corso di intestino irritabile, in quanto potrebbe interferire sul metabolismo del triptofano e quindi sulla biodisponibilità della serotonina.
Ancora è stato approntato uno studio innovativo per valutare meglio la curva lordotica lombare e la classificazione delle alterazioni del rachide. Una ricerca retrospettiva, su un numero considerevole di pazienti affetti da alterazione lordotica del rachide, attraverso la Risonanza Magnetica Nucleare e la misurazione di nuovi angoli, tre aggiunti ai due riportati in letteratura, si è giunti a considerare che la misurazione dei nuovi angoli possa essere considerata come linea guida per una classificazione idonea alla tipologia della curva e quindi realizzare un adeguato piano terapeutico sia medico quanto fisioterapico.
Gli altri due lavori, realizzati in Spagna, riguardano le alterazioni in corso di neuropatia diabetica periferica esaminando, attraverso l’immunoistochimica la densità dei meccanorecettori cutanei e le alterazioni microcircolatorie.
In entrambi le ricerche si è advenuto che, in corso di diabete mellito, si determina una riduzione della densità dei recettori cutanei e un aumento della neo-angiogenesi della pelle. Questi risultati, che compaiono per la prima volta in letteratura, sono la dimostrazione di quanto questa sindrome possa essere sempre più complessa e meritevole di indagini ulteriori.
Una lettura attenta dei contributi riportati in questo volume, correlata da bevi note sull’attività assistenziale e formativa dell’Istituto, consentirà di conoscere meglio le valenze del centro e lo spirito dell’associazione che lo patrocina.
Sempre di concerto l’istituto e l’associazione hanno programmato degli interventi di terapia assistita con gli animali ad integrazione della riabilitazione dei pazienti affetti da turbe motorie e psichiche.
Al fine di avviare le conoscenze sui meccanismi d’azione e gli effetti di questa terapia innovativa è stato proposto, nel mese di ottobre, un convegno sulla Pet Therapy presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Messina.


Prof. Antonio Pugliese
Presidente Associazione
“Prof. Orazio Catarsini”

 

News: dal Blog di Libritalia - Author: AA. VV. - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

finito di stampare in Agosto 2019 presso le officine editoriali Paprint

PER ACQUISTARE IL VOLUME IN LIBRERIA


TOP